Mayocado

Ah questa proprio non la sapevo! Passo minuti al banco frutta per selezionare i miglior avocado per la mia guacamole e mi lascio sfuggire la ricetta della maionese d’avocado?!?

Eh no! Ed infatti eccomi qua a raccontarvela. Che dire. Superata la resistenza iniziale che potrebbe ostacolare a sperimentare ( a volte noi adulti siamo peggio dei bambini in tal senso) direi che è buonissima!

Poi, direi che è sana e quindi se ne può mangiare in buona quantità.

È senza uova e questo permette di essere mangiata da tutti ( a meno che si sia allergici all’avocado).

Infine,last but not least, non impazzisce!

INGREDIENTI

-1 avocado maturo ( di un bel verde scuro e leggermente morbido)

-50ml olio EVO

-succo di un limone

-1 cucchiaino di cumino

-1 cucchiaino di paprika

– prezzemolo

-sale

-pepe

Tagliate a metà l’avocado e ricavatene la polpa. A questo punto resta solo che frullare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una salsa liscia e cremosa.

image.jpeg

Ottima come aperitivo con i crackers ai semi vari e pomodorini ( ve ne parlerò presto) ma anche come salsa per Burger vegan e no.

Musica per l’aperitivo…e tanti amici!

 

#ENJOY 💜💛💚

 

Sciroppo al gelsomino

Adoro il gelsomino in fiore, adoro i suoi fiori bianchi a contrasto del verde intenso delle foglie e adoro il suo profumo.

Durante la mia seconda gravidanza, periodo nel quale i profumi e gli odori si acuiscono, ne sentivo il profumo ovunque, tanto che ancora oggi ( Sebastiano ha 7 anni) il gelsomino mi riporta alla mente quel periodo.

Girovagando nel web ho scoperto che i fiori di gelsomino bianchi sono commestibili e si possono utilizzare per ottenere un oleolito per il corpo. ATTENZIONE quelli gialli sono velenosi!

Con questo sciroppo sono riuscita a catturare quel profumo inebriante e a godere nelle prossime serate estive di una fresca bevanda con l’ aggiunta di acqua o di un kir con del vino bianco ma anche in qualche dolce che sperimenterò.

INGREDIENTI

-3 manciate di fiori di gelsomino

-2 tazze di zucchero

-3 tazze d’acqua

Portare ad ebollizione l’acqua con lo zucchero finché quest’ultimo risulta sciolto. Inserire i fiori e far bollire per 30 minuti.Lasciar riposare fino al raffreddamento (tutta la notte) e filtrare avendo l’ accortezza di strizzare bene i fiori. Riporre in una bottiglia e conservare al fresco.

image#ENJOY 💜💛💚

Se questa ricetta ti è piaciuta lascia un LIKE

od un commento qui sotto

oppure condividila con i tuoi amici!

Pancakes ai semi di chia e avena

Questi pancakes sono la fine del mondo. Sappiatelo!

Uno, perché sono deliziosissimi ( e da pluriennale stimatrice di pancakes ne ho una modesta competenza).

Due, perché hanno solo 350calorie e quindi sono a prova costume ( o comunque sensi di colpa pari a zero 👌🏼).

Insomma se come me non è colazione della domenica senza pancakes, PROVATELI!!!

INGREDIENTI

– 60 gr fiocchi d’avena

-1/2 cucchiaino di lievito per dolci

-1 cucchiaio di semi di chia

-1 uovo

-60 ml di latte di mandorle

-125 ml yogurt di mandorle

-1 cucchiaino di agave (o sciroppo d’acero o zucchero)

-1/2 cucchiaino di sale

-olio di cocco ( o olio d’oliva o burro)

Nel mixer frullare gli ingredienti secchi: i fiocchi d’avena, i semi di chia e il lievito fino a ridurre a farina. Aggiungere il resto degli ingredienti e frullare per 1 minuti.

Sul fornello, far scaldare bene una padella antiaderente e far sciogliere meno di una noce di olio di cocco ( o un filo d’olio) . Quando ben calda far cuocere i pancakes per 2/3 minuti per lato.

image

Gustarli accompagnati con marmellata o sciroppo d’acero e del buon caffè.

#ENJOY 💚💜💛

 

PAVLOVA

Prima o poi una pavlova bisogna assaggiarla…

Eccomi alle prese con la mia ricetta nel cassetto, leggermente tesa, devo ammetterlo, perché io con le meringhe non ho un ottimo rapporto. Non fraintendetemi, adoro mangiarle ma dopo varie sperimentazioni culinarie ancora non ho trovato la ricetta ideale di meringa.

Ma la pavovla è tutt’altra cosa, lei è venuta al primo colpo! L’ unica accortezza che ho avuto è stata utilizzare albumi a temperatura ambiente ( e mi viene ora il dubbio che questo sia il motivo degli insuccessi delle mie meringhe 😩).

INGREDIENTI per 1 pavlola di 15 cm di diametro

– 50 gr albume a temperatura ambiente

-50 gr zucchero fine

-50 gr zucchero a velo

-75 ml panna liquida

-1 cucchiaino di cannella ( facoltativo)

-frutta

Accendere il forno a 115°C e prepara una teglia rivestita di carta forno. Io uso l’ essiccatore a 55°C .

Mescolare gli zuccheri.
Mettere gli albumi in una ciotola,meglio se in vetro o in metallo. Iniziare a montare gli albumi con la metà dello zucchero usando una frusta elettrica (montare almeno per 10 minuti).Ottenuta una meringa molto soda, amalgamare con una spatola gli zuccheri rimasti con molta attenzione a non smontare gli albumi ( movimenti dal basso all’ alto).

Trasferire la meringa sulla teglia creando un nido che accoglierà la panna e la frutta. Cuocere per 75 minuti, poi lasciare raffreddare la pavlova con lo sportello aperto. L’ interno dev’essere chewy, gommoso tipo marshmallow mentre l’ esterno ben asciutto.

Preparare la panna montata con un cucchiaino di cannella, se piace, e la frutta intera o a pezzetti.

Assemblare la pavlola mettendo al centro del nido la panna montata e la frutta.

Un vero piacere per gli occhi e per la gola!

image

#ENJOY YOUR ROCK 💜❤️💛