Rainbow cake

INGREDIENTI ( ricetta di Andrea Carlo Lonati)

310 g di Farina 00
16 g di lievito per dolci
½ cucchiaino di sale
180 g di Burro
370 g di Zucchero
120 g di Albume d’uovo ( 4 uova)
1 baccello di vaniglia
300 ml di Latte Fresco Intero
Coloranti alimentari in gel di diverso colore (rosso, arancione, giallo, verde, azzurro e viola).

img_6285

Riscaldate il forno a 175°C .In una ciotola, setacciate la farina, il lievito ed il sale. In un’ altra ciotola montate con le fruste elettriche il burro morbido, lo zucchero e la polpa del baccello di vaniglia fino ad ottenere un composto soffice. Aggiungete poco alla volta gli albumi, continuando a montare. Quando il composto risulta omogeneo, aggiungete la farina setacciata con il lievito e il latte, alternando le due addizioni (iniziando con la farina e finendo con il latte).

A questo punto bisogna dividere equamente l’impasto delle torte in sei diverse ciotole (con queste dosi, circa 200 g ogni ciotola) e aggiungere ad ognuna qualche goccia di colorante (la quantità del colore dipende dalla sfumatura che volete dare alla Rainbow Cake). Imburrate 6 tortiere ( io l’ho fatta alternando 2 tortiere) del diametro di circa 18-20 cm e inserite sul fondo un disco di carta da forno. Infornate le torte per circa 15 minuti (nel caso in cui sia necessario fare diverse infornate, conservate le teglie con l’impasto pronto in frigorifero). Sformate le torte arcobaleno e lasciate raffreddare completamente.

img_6287

Per il Frosting

INGREDIENTI

310 g di Cream Cheese (tipo Philadelphia)
310 g di Mascarpone
1 cucchiaino di Estratto di Vaniglia
150 g di Zucchero a Velo
500 ml di Panna fresca da montare

img_6297

Mettete in una ciotola il cream cheese e il mascarpone e lavorateli con una frusta elettrica  fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungete l’estratto di vaniglia e lo zucchero a velo e mescolate. Aggiungete gradualmente la panna fresca e montate fino a ottenere un composto liscio, lucido e facilmente spalmabile.

Montaggio del dolce

Rifilate con un coltello le torte per ottenere dei dischi di uguale diametro. Ponete la prima torta sul piatto e rivestite con due cucchiai di frosting, livellandolo in maniera omogenea.Posizionate il disco successivo e ripetete l’operazione fino a terminare con gli strati. Ricoprite la torta con il frosting rimanente utilizzando una spatola.

Far riposare  la Rainbow Cake per 30 minuti in frigorifero. Infine  rivestite la torta con un ulteriore strato, più spesso, di frosting.

img_6354

Febbraio. Superato San Valentino, sempre che si abbia un Valentino, si inizia a pensare al Carnevale. Sempre che si abbia dei figli o un’età dove ancora si abbia la spensieratezza e la goliardia di festeggiare. Io, superata anche quella.

Personalmente non ho mai amato questa festa, non ho mai amato travestirmi e far finta per un giorno d’essere qualcun’ altro. Un supereroe, una principessa o un pirata. Perché se proprio dev’essere che sia per sempre.

Ad Arlecchino, tradizionale maschera bergamasca, dedico questa ricetta. Ma è solo una scusa per condividere con voi questa torta buonissima e di grande effetto. Che poi per prepararla non si deve necessariamente aspettare Carnevale. Un evento importante in cui sfoggiare una torta dai mille colori lo si trova di sicuro.

Ecco allora che per una festa di compleanno, o per l’ arrivo della Primavera, la bandiera della pace o per festeggiare l’Orgoglio, non occorre trovare una scusa plausibile per assaggiarla.

#STAY ROCK & EAT THE rainbow 🌈

Donne,cuoche e Muffins alle mandorle e cannella

Nel mio vagabondare da un sito ad un altro inciampo sempre in qualche ricetta che attira la mia attenzione. Ammetto che prima di tutto vengo attratta dalle fotografie. Ebbene sì, si mangia prima con gli occhi! 

Il passo successivo è studiare gli ingredienti e aprire l’anta dello stipetto ( così lo chiama il mio Rocker).

Consiglio: evitate di cercare ricette durante gli orari pasti, un po’ come evitare di fare la spesa digiuni. Si rischia sempre di trovare una ricetta di cui non si riesca più a farne a meno.

Ed ecco che regolarmente, seppur la mia dispensa sia ben fornita, manca proprio l’ ingrediente XYZ! Proprio quell’ingrediente che da il nome alla ricetta oppure proprio quello di cui si ha una voglia estrema!

Ora, qui le donne si dividono.

1.Chiudo tutto, sito e  stipetto e mi riduco alla solita pasta in bianco ( la Scoraggiata);

2.Prendo penna e calamaio e inizio a scrivere pedissequamente tutti gli ingredienti che il giorno successivo recandomi al supermercato acquisterò ( la Determinata);

3. Prendo nota di tutti ingredienti, apro stipetto e frigorifero…e mi invento un’altra ( la Creativa).

In cucina, come nella fisica, “nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma “.

Ed ecco la mia ricetta dei Muffins alle mandorle e cannella

INGREDIENTI

  • 250 gr farina autolievitante ( oppure 16 gr di lievito + 250 gr di farina 00)
  • 50 gr farina di mandorle
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 1 uovo intero + 1 albume montato a neve
  • 100 ml di sciroppo d’acero
  • 60 gr olio di semi
  • 110 ml di latte di mandorle
  • 80 gr di frutti rossi essiccati
  • 1 cucchiaino d’essenza di vaniglia

Accendete il forno a 180 gradi. Montate a neve l’albume. In un mixer unite tutti gli ingredienti e miscelate per 1 minuto.Aggiungete l’albume al composto avendo cura di non smontare l’albume ( movimento dal basso verso l’alto) e mettete nei pirottini. img_7293

Infornare per 20 minuti e goderseli con del latte ( di mandorle) tiepido.

E tu, che cuoca sei?

STAY ROCK & COOK MUFFINS 💜💜💜

 

I 5 VORREI di Febbraio

Ridendo e scherzando se ne è andato  anche Gennaio. Bisogna affrontare ancora un po’ di freddo per poter pensare al sole di primavera.

Con questo post, apro la mia nuova rubrica mensile ‘Vorrei! ‘. Qui vi scriverò di tutto ciò che vorrei acquistare o che ho già acquistato nel corso del mese. Con l’occhio di una qualsiasi donna e non di una beauty blogger (non saprei proprio da che parte cominciare !) scriverò di prodotti che mi piacciono. Che mi piacciono davvero! e non di brand di cui non conosco o non apprezzo la filosofia commerciale . Vi descriverò per fino e per segno i miei must have del mese. E se qualcuno volesse farmi un regalo, dovrà solo aprire questa pagina e scoprire come sorprendermi (chi ha orecchi per intendere, intenda!).

Prometto che mi stupirò comunque !

Ecco i 5 vorrei del mese di Febbraio:

1. Crema notte nutriente Alena by Agronauti

img_0414

Crema nutriente Alena

Acquistata! Quello che mi piace di questa crema è che nutriente, rigenerante ed idratante (all in one!) . Il suo profumo non è invadente e mi piace moltissimo la sensazione che lascia sulla pelle il mattino seguente. Non è solo una crema ma una filosofia. Gli Agronauti infatti oltre a produrre cosmesi 100% vegan, mettono a disposizione l’ open source ossia chiunque può scaricare le formule (e farne buon uso, mi raccomando). Le hanno  rese libere da qualsiasi vincolo di tipo brevettuale, libere di essere migliorate da chiunque decida di contribuire a questo progetto. 🙌🏽

2. Maschera per capelli Omia

img_0419

Maschera capelli Aloe vera Omia

Acquistata! Da sempre alla ricerca di prodotti che possano, non dico domare, ma almeno disciplinare la mia chioma selvaggia. Ecco che in offerta al supermercato trovo  la maschera capelli all’Aloe (ANTI CRESPO!) . A base di aloe barbadensis miller proveniente da coltivazione biologica certificata, contiene anche olio di avocado e olio di riso, naturali.Ottimo!  È l’ unico prodotto non certificato di questa gamma di prodotti a base di aloe vera, pur essendo formulato prevalentemente con ingredienti di origine naturale, questa scelta è stata fatta per garantire le migliori prestazioni condizionanti sui capelli, dicono. Il prodotto contiene 0% di parabeni .Proviamo quindi. Vi dico subito che mi ha convinto immediatamente la scritta ANTI CRESPO ma non solo. È un prodotto erboristico che associa molto bene qualità-prezzo (4€ in offerta ma il prezzo pieno non supera i 6, il barattolo da 250 gr).

3. Vestito a fiori

Vorrei! Un fiore non fa Primavera ma un vestito lo porto tutto l’anno. Ehm niente, questa è una fissa, una gonna o un vestito a fiori per la prossima stagione.

Guardate questo che meraviglia.

img_0418

Abito Otra Vez

4. Orologio Barbasandzacari

Dopo 11 anni con lo stesso orologio, direi che è proprio giunta l’ora di guardarsi in giro. Questo orologio oltre ad essere stupendo è anche buono. Sì , perché acquistando un loro prodotto una parte del guadagno viene donato alla The Cancer Research Foundation of Australia. La ditta è in Australia ma per tutti coloro che acquisteranno col codice RMKB20 le spedizioni saranno gratuite e avranno pure lo sconto del 20%. Vorrei!

img_0417

Timepieces Barbasandzacari

5. ‘Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte ‘ di Mark Haddon

Questo libro mi è stato consigliato da 2 persone diverse, in 2 situazioni diverse. Crediamo alle coincidenze? Quindi è un Vorrei! 

img_0415

Il libro racconta la storia di un quindicenne Christopher Boone, affetto dalla sindrome di Asperger (una forma di autismo ) a causa della quale manifesta disturbi comportamentali come l’odio nell’essere toccato, la difficoltà a comprendere gli esseri umani, l’odio per il marrone e il giallo in contrapposizione al suo amore per il rosso. La sindrome gli ha donato straordinarie capacità logiche e matematiche. Da leggere!

Spero che i miei Vorrei vi siano piaciuti e possano in qualche modo aver ispirato idee, pensieri e desideri.

STAY ROCK & WISH 💛💜💚