apple pie

La perfetta Apple Pie e i segreti di nonna Papera

Chi non ricorda la favolosa apple pie che nonna Papera sfornava per la merenda dei suoi nipoti?

Preparate scorte di gelato alla crema o di salsa alla vaniglia perchè tanto questo weekend le previsioni danno freddo siberiano e tanta  neve. Quindi  il programma sarà sfornare apple pie, girare per casa in pigiama e guardarsi serie TV Netflix sotto il piumone.

ingredienti per la frolla
  • 350gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 190 gr di burro freddo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 6/10 cucchiai di acqua fredda

apple pie

Versate in una ciotola la farina, il sale e lo zucchero. Aggiungete il burro freddo tagliato a pezzetti e iniziate ad impastare a mano. Poco alla volta unite l’acqua ghiacciata finchè l’ impasto sarà legato e la consistenza sarà omogenea. (CONSIGLIO:la fase d’impasto dev’essere rapida, cercate di non ammorbidire troppo il burro con il calore delle vostre mani)

Dividete l’ impasto a metà, formate due dischi ( sarà più semplice poi stenderli con il matterello) e copriteli con la pellicola trasparente. Fate riposare in frigorifero almeno per un’ora.

ingredienti per il ripieno
  • 2 mele grosse (io ho usato le renette)
  • 3 cucchiai di farina
  • 100gr  di zucchero
  • 2/4 cucchiai di spezie a piacere ( io ho usato cannella, noce moscata, zenzero, vaniglia e un chiodo di garofalo)
  • il succo di mezzo limone e le sue zeste
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di panna per dolci
  • una presa di sale

apple pie

Sbucciate le mele e tagliatele a pezzettoni. Versatele in una ciotola e coprire con il succo di limone in modo che non anneriscano. Aggiungete la farina, lo zucchero, le spezie, il burro ed il sale e mescolate. ( Io ho aggiunto anche qualche cucchiaio di marmellata di lamponi).

Ora prendete il primo disco d’ impasto, stendetelo leggermente più grande rispetto alla vostra teglia, aiutandovi con due fogli di carta forno. Adagiate nella teglia e riempite con le mele.

apple pie

Stendete anche il secondo impasto, stendetelo sopra le mele e unitelo, pizzicandolo con le dita lungo i bordi all’ impasto sotto.

Incidete con un coltello la sfoglia superiore in modo che l’umidità delle mele fuoriesca durante la cottura. Spennellate la superficie con due cucchiai di panna per dolci.

Mettete in frigorifero per 30 minuti.

apple pie

Riscaldate il forno a 200° e appena pronto infornate per circa 40 /60 minuti . (CONSIGLIO: la superficie dev’essere dorata e l’interno della apple pie deve ‘gorgogliare’).

Arrivati a cottura, lascia raffreddare per un’oretta e servi con gelato alla crema o una tiepida salsa alla vaniglia.

#STAYCOMFORT

Altre ricette simili: Cobbler di mele

 

 

Se questa ricetta ti è piaciuta

condividila con i tuoi amici sui principali social network,

se invece proverai a cucinarla,

non dimenticare di fotografarla

e taggare #ROCKMYKITCHENBLOG

 

 

 

 

 

 

torta alla crema di limone

Torta alla crema di limone

 

E’ sempre la stagione giusta per una torta alla crema di limone.

Specialmente se, come me, ve ne trovate misteriosamente sommerse. Non so come abbia fatto ma gennaio è stato il mese della sovrabbondanza di Limoni. Alcuni raccolti con grande orgoglio dal mio alberello , i verdelli, dal bel colore verde acceso, altri invece regalati e acquistati qua e là. Qualcosa bisogna pur farne. Ed eccomi quindi alla ricerca di ricette a base di limone.

torta alla crema di limone

torta alla crema di limone

ingredienti per l’ impasto
  • 300 gr di farina autolievitante
  • 150 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 50 gr d’olio di semi d’arachidi
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
ingredienti per la crema
  • 2 limoni non trattati ( la scorza ed il succo)
  • 2 uova
  • 20gr di burro
  • 100gr zucchero
procedimento

In un mixer impastate tutti gli ingredienti dell’impasto per un paio di minuti. Prelevare il composto e finite d’ impastare a mano per compattare il tutto ( risulta sabbioso quindi lavorarlo velocemente ). Dividere l’ impasto in due parti: una più abbondante ( sarà la base), una più piccola (per la copertura). Coprite e lasciate in frigorifero.

Nel frattempo preparate la crema.

Tritate in un mixer lo zucchero e le scorze del limone e trasferitele in un pentolino. Aggiungete le uova, il burro ed il succo di limone. Sbattete con una frusta e fate cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti.

torta alla crema di limone

Mentre la crema si raffredda, stendete la pasta con il matterello. Aiutatevi con due fogli di carta forno perché l’impasto risulterà friabile.

Adagiate l’ impasto più grande come base ( usate la carta forno, non imburrate la teglia) facendo attenzione a coprire bene i bordi.

Una volta raffreddata spargete la crema.

Coprire con il disco più piccolo.

Infornate a 180° per circa 30 minuti.

Cospargete con zucchero a velo.

torta alla crema di limone

 

Se questa ricetta ti è piaciuta

metti un like

oppure

condividila con i tuoi amici

 su un social network.

Se invece proverai ad rifarla,

 scatta una foto

e tagga #rockmykitchenblog

 

Altri dolci: Cobbler di mele, Pavlova, Mousse di cioccolato all’acquafaba

alt=cavolini di Bruxelles

Cavolini di Bruxelles al forno con salsa all’arancia

Ma chissà perché certi gusti ai bambini proprio non vanno giù. Pochi sono i bambini a cui piacciono i cavoletti di Bruxelles. Ma come dargli torto, anch’io da piccola non ero una loro grande estimatrice. Sono quei gusti come le melanzane, le cipolle e altri che si apprezzano molto più col passare degli anni.

Eccomi quindi qui alla ricerca della ricetta perfetta ( qui la ricetta originale) dei cavolini di Bruxelles, una ricetta che piaccia a me e che faccia apprezzare questi piccoli cavoletti anche ai bambini.

cavolini di Bruxelles

ingredienti:

  • Cavolini di Bruxelles
  • Olio
  • Salvia
  • Timo

per la salsa all’arancia:

  • Il succo di un’arancia
  • una noce di burro
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • 1 cucchiaio di sciroppo d’acero
  • la scorza d’arancia

Pulire i cavolini di Bruxelles ( io prendo quelli già puliti) togliendo le foglioline esterne. Metteteli in una teglia coperta da carta forno ed irrorateli d’olio ( consiglio: non lesinate, in questo caso non ‘un filo d’olio’). Aggiungete qualche erba aromatica. Io adoro l’ erba salvia ed il timo perché a fine cottura risulteranno croccanti.

Infornare a 180° per circa 20 minuti.

cavolini di Bruxelles

Nel frattempo preparate la salsa all’arancia.

cavolini di Bruxelles

In un tegame fate sciogliere una noce di burro. Appena sciolto aggiungete il succo spremuto di un’arancia, qualche scorza dell’ arancia stessa, i 2 cucchiai di aceto balsamico e un cucchiaio di sciroppo d’acero. Lasciate sobbollire a fuoco basso per circa 10 minuti, finché diventerà una salsina fluida.

Salate leggermente i cavolini di Bruxelles arrostiti e conditeli con la salsa all’arancia.

cavolini di Bruxelles

Ottimi serviti con crostini e  hummus  per un aperitivo.

#ROCK MY KITCHEN

 

Se questa ricetta ti è piaciuta

metti un like

oppure

condividila con i tuoi amici

 su un social network.

Se invece proverai ad rifarla,

 scatta una foto

e tagga #rockmykitchenblog

 

 

 

alt=cobbler

Cobbler di mele: la torta di mele perfetta

E’ il tempo delle mele. Delle mele croccanti, farinose , dolci, saporite, rosse, verdi e gialle…

Tempo delle mele quindi di torte di mele. Ma nel marasma di ricette che si possono trovare sul web e non, ancora non ho trovato la mia torta di mele preferita. Eppure di torte di mele ne ho assaggiate parecchie. Famosa (in famiglia) è la torta di mele di mia mamma. Senza burro, senza zucchero, senza niente. Ed ormai giunta alla sua milionesima edizione anche senza sapore. Senza offesa mamma! Ma l’ unica ad amarla è Sebastiano che nella sua tenera età (quasi 8 anni) di edizioni ne ha assaggiate ben poche.

Poi accade che via mail , arriva lei. La Apple Cobbler ( cobbler di mele)  postata da Linda  di Call me Cupcake! ed è amore a prima vista. Naturalmente prima ci si innamora delle fotografie (o almeno per me funziona così) . Le foto di Linda parlano da sè. Poi si da fiducia alla blogger che ha pubblicato la ricetta. Ed infine si sperimenta.

E così è stato.

alt=cobbler di mele

Call me Cupcake non mi ha deluso. Questa Cobbler di mele ( che però si può realizzare anche con altra frutta, non mancherò!) è piaciuta davvero a tutti  (mamma e Sebastiano compresi) . In più è una torta facile e veloce quindi doppio Hurrà!

Ecco la ricetta pari pari, tradotta in italiano.

cobbler di mele
ingredienti
  • 180 gr farina 00
  • 2 cucchiai di lievito per dolci
  • una presa di sale
  • 150 gr burro a temperatura ambiente
  • 135 gr zucchero
  • 1 uovo
  • 3/ 4 mele
  • mezzo cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaio di succo di limone o d’arancia
  • zeste di mezzo limone o arancia

 

Accendete il forno a 175°.

In una ciotola, con una frusta elettrica, sbattete il burro con lo zucchero per circa un minuto . Aggiungete poi l’ uovo e continuate a sbattere. Infine aggiungete la farina, il lievito ed il sale. Mescolate fino ad ottenere un impasto liscio ma appiccicoso.

Sbucciate ed affettate le mele. Mettetele in un’altra terrina e versate la cannella, le zeste ed il succo di limone o arancia. Mescolate facendo attenzione a non rompere le mele.

In una teglia spargete con un cucchiaio metà impasto. Adagiatevi le mele e poi coprite con la metà restante.

Infornate per 30/35 minuti, controllando che la crosta sia leggermente dorata.

Servite calda con gelato alla crema oppure con salsa alla vaniglia ( ricetta presto sul blog).

alt=cobbler di mele

STAY ROCK & TOTALLY APPROVED

 

 

alt=testaroli

TESTAROLI ALLA CREMA DI TALEGGIO,NOCCIOLE TOSTATE E CIME DI RAPA

Scrivere di cibo mi mette in contatto con persone, cibi e luoghi che non conoscevo. In contatto con sapori, odori e sensazioni che mai avrei immaginato. E mi piace saziare la MIA curiosità con queste emozioni.

La Lunigiana per esempio, voi la conoscete? Ed i Testaroli???

La Lunigiana è una terra storicamente magica tra la Toscana,la Liguria e l’Emilia Romagna. In Lunigiana nascono i Testaroli, piatto tipico pontremolese, ma che hanno il vantaggio di sposarsi a mamme e donne 2.0 che hanno bisogno di piatti sani, freschi e soprattutto veloci.

Come al mio solito, li ho preparati in una ricetta del tutto personale, dissacrando la tradizione che li vede conditi con olio e pecorino toscano oppure pesto o con funghi, salsa di noci o ragù di cinghiale.

Ecco la mia versone #ROCK!

alt= testaroli

INGREDIENTI:
  • una confezione di testaroli (potete trovarli su Amazon a questo link e li riceverete in solo 2 giorni a casa vostra)
  • 100 gr taleggio
  • 2 bicchieri di latte
  • una manciata di nocciole
  • cime di rapa
  • sale

Tagliate a cubetti il taleggio ed inseritelo in un tegame con 2 bicchieri di latte . Fate scaldare a fuoco basso e mescolate finché si otterrà la consistenza di una crema molto morbida ( i testaroli hanno una caratteristica spugnosa quindi si reidratano grazie ad un sugo abbastanza liquido).

A questo punto versate i Testaroli (precedentemente tagliati con un coltello o una rotella taglia-pizza se avete il disco intero). Cuociono in 30 secondi quindi state pronte con una schiumarola a raccoglierli e scolarli dalla crema di taleggio in eccesso ( anche se io sono del parere che più ce n’è meglio è).

Lavate e tagliate grossolanamente le cime di rapa. In una pentola a parte, portate a bollore dell’ acqua leggermente salata e sbollentate le cime di rapa per circa un minuto. Scolate e conditele con i testaroli.

Guarnite con nocciole tostate ed una macinata di pepe.

Ecco anche la versione lasagnette.

Preparate la crema di taleggio con lo stesso procedimento. Tagliate i testaroli e a strati montate le lasagnette. Forno statico a 200° per circa 20 min.

alt= testaroli

#STAY ROCK & EAT TALEGGIO!

Ecco un’ altra idea per una cena healthy in 5 minuti!

 

Se la ricetta ti è piaciuta

lascia un commento o un like

e condividila sui principali social

con le persone che ami!