apple pie

La perfetta Apple Pie e i segreti di nonna Papera

Chi non ricorda la favolosa apple pie che nonna Papera sfornava per la merenda dei suoi nipoti?

Preparate scorte di gelato alla crema o di salsa alla vaniglia perchè tanto questo weekend le previsioni danno freddo siberiano e tanta  neve. Quindi  il programma sarà sfornare apple pie, girare per casa in pigiama e guardarsi serie TV Netflix sotto il piumone.

ingredienti per la frolla
  • 350gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 190 gr di burro freddo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 6/10 cucchiai di acqua fredda

apple pie

Versate in una ciotola la farina, il sale e lo zucchero. Aggiungete il burro freddo tagliato a pezzetti e iniziate ad impastare a mano. Poco alla volta unite l’acqua ghiacciata finchè l’ impasto sarà legato e la consistenza sarà omogenea. (CONSIGLIO:la fase d’impasto dev’essere rapida, cercate di non ammorbidire troppo il burro con il calore delle vostre mani)

Dividete l’ impasto a metà, formate due dischi ( sarà più semplice poi stenderli con il matterello) e copriteli con la pellicola trasparente. Fate riposare in frigorifero almeno per un’ora.

ingredienti per il ripieno
  • 2 mele grosse (io ho usato le renette)
  • 3 cucchiai di farina
  • 100gr  di zucchero
  • 2/4 cucchiai di spezie a piacere ( io ho usato cannella, noce moscata, zenzero, vaniglia e un chiodo di garofalo)
  • il succo di mezzo limone e le sue zeste
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di panna per dolci
  • una presa di sale

apple pie

Sbucciate le mele e tagliatele a pezzettoni. Versatele in una ciotola e coprire con il succo di limone in modo che non anneriscano. Aggiungete la farina, lo zucchero, le spezie, il burro ed il sale e mescolate. ( Io ho aggiunto anche qualche cucchiaio di marmellata di lamponi).

Ora prendete il primo disco d’ impasto, stendetelo leggermente più grande rispetto alla vostra teglia, aiutandovi con due fogli di carta forno. Adagiate nella teglia e riempite con le mele.

apple pie

Stendete anche il secondo impasto, stendetelo sopra le mele e unitelo, pizzicandolo con le dita lungo i bordi all’ impasto sotto.

Incidete con un coltello la sfoglia superiore in modo che l’umidità delle mele fuoriesca durante la cottura. Spennellate la superficie con due cucchiai di panna per dolci.

Mettete in frigorifero per 30 minuti.

apple pie

Riscaldate il forno a 200° e appena pronto infornate per circa 40 /60 minuti . (CONSIGLIO: la superficie dev’essere dorata e l’interno della apple pie deve ‘gorgogliare’).

Arrivati a cottura, lascia raffreddare per un’oretta e servi con gelato alla crema o una tiepida salsa alla vaniglia.

#STAYCOMFORT

Altre ricette simili: Cobbler di mele

 

 

Se questa ricetta ti è piaciuta

condividila con i tuoi amici sui principali social network,

se invece proverai a cucinarla,

non dimenticare di fotografarla

e taggare #ROCKMYKITCHENBLOG

 

 

 

 

 

 

alt=cobbler

Cobbler di mele: la torta di mele perfetta

E’ il tempo delle mele. Delle mele croccanti, farinose , dolci, saporite, rosse, verdi e gialle…

Tempo delle mele quindi di torte di mele. Ma nel marasma di ricette che si possono trovare sul web e non, ancora non ho trovato la mia torta di mele preferita. Eppure di torte di mele ne ho assaggiate parecchie. Famosa (in famiglia) è la torta di mele di mia mamma. Senza burro, senza zucchero, senza niente. Ed ormai giunta alla sua milionesima edizione anche senza sapore. Senza offesa mamma! Ma l’ unica ad amarla è Sebastiano che nella sua tenera età (quasi 8 anni) di edizioni ne ha assaggiate ben poche.

Poi accade che via mail , arriva lei. La Apple Cobbler ( cobbler di mele)  postata da Linda  di Call me Cupcake! ed è amore a prima vista. Naturalmente prima ci si innamora delle fotografie (o almeno per me funziona così) . Le foto di Linda parlano da sè. Poi si da fiducia alla blogger che ha pubblicato la ricetta. Ed infine si sperimenta.

E così è stato.

alt=cobbler di mele

Call me Cupcake non mi ha deluso. Questa Cobbler di mele ( che però si può realizzare anche con altra frutta, non mancherò!) è piaciuta davvero a tutti  (mamma e Sebastiano compresi) . In più è una torta facile e veloce quindi doppio Hurrà!

Ecco la ricetta pari pari, tradotta in italiano.

cobbler di mele
ingredienti
  • 180 gr farina 00
  • 2 cucchiai di lievito per dolci
  • una presa di sale
  • 150 gr burro a temperatura ambiente
  • 135 gr zucchero
  • 1 uovo
  • 3/ 4 mele
  • mezzo cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaio di succo di limone o d’arancia
  • zeste di mezzo limone o arancia

 

Accendete il forno a 175°.

In una ciotola, con una frusta elettrica, sbattete il burro con lo zucchero per circa un minuto . Aggiungete poi l’ uovo e continuate a sbattere. Infine aggiungete la farina, il lievito ed il sale. Mescolate fino ad ottenere un impasto liscio ma appiccicoso.

Sbucciate ed affettate le mele. Mettetele in un’altra terrina e versate la cannella, le zeste ed il succo di limone o arancia. Mescolate facendo attenzione a non rompere le mele.

In una teglia spargete con un cucchiaio metà impasto. Adagiatevi le mele e poi coprite con la metà restante.

Infornate per 30/35 minuti, controllando che la crosta sia leggermente dorata.

Servite calda con gelato alla crema oppure con salsa alla vaniglia ( ricetta presto sul blog).

alt=cobbler di mele

STAY ROCK & TOTALLY APPROVED

 

 

alt=ghiaccioli anguria hibiscus

Ghiaccioli alla frutta: come resistere all’Estate

Non è Estate se non c’è almeno un ghiacciolo.

Ormai credo sia noto. Non a tutti ma chi mi conosce un po’, lo sa di sicuro.

 Io odio l’Estate! ( come dice la canzone di bruno martino)

Ok, perdonatemi, tanti di voi si staranno contorcendo, qualcuno insultando e altri mi avranno bloccato dalle amicizie.

Sono sicura però che dopo aver incontrato il caldo che ha sovrastato la prima settimana di Agosto, tanti saranno dalla mia parte. E pare che ‘il grande caldo’ stia per tornare a farci visita. Quindi sarebbe meglio non farci trovare impreparate questa volta.

Ognuno ha le proprie strategie per combattere il caldo. C’è chi si rinchiude in casa al fresco dell’ aria climatizzata, chi si rifugia sotto palme di noci di cocco, e chi, come me, sforna… ehm no, produce ghiaccioli. ( o gelati come questo alle more e latte di mandorle senza l’uso della gelatiera)

Ecco 5 ricette che ho collaudato questo mese per affrontare Lucifero

Per tutte le ricette ho utilizzato l’ estrattore ma se non ne avete uno potete tranquillamente utilizzare una centrifuga.

1.Ghiaccioli ananas e cocco  

alt= ghiaccioli ananas cocco

Il ghiacciolo alla pina colada è buonissimo ! mangiandolo sembra d’essere in un posto esotico.

INGREDIENTI:

  • Ananas
  • Farina di cocco

Estraete con l’ estrattore il succo di un ananas. In genere ricavo circa 1 l di succo. Aggiungete al succo la faina di cocco e riponete il succo negli stampi a congelare.

2. Ghiaccioli anguria e Hibiscus

alt=ghiaccioli anguria hibiscus

INGREDIENTI:

  • Anguria
  • Tisana all’Hibiscus
  • zucchero o sciroppo d’acero

Estrarre il succo di mezza anguria. Preparare l’ infuso di Hibiscus con dell’a acqua calda e zuccherarlo a piacere con zucchero oppure sciroppo d’acero. Unire il succo d’anguria all’ infuso appena sarà raffreddato. Mettere negli stampi e congelare.

3. Ghiaccioli Yogurt greco e pesche arrostite

alt=ghiaccioli yogurt

INGREDIENTI:

  • yogurt greco bianco
  • miele
  • pesche
  • una bacca di vaniglia

Tagliate le pesche e ponetele in una teglia con carta forno. Cospargete con miele ed infornate a 180° per circa mezz’ora. Nel frattempo tagliate una bacca di vaniglia (per lungo) ed estraetene i semini. Mettete i semi di vaniglia nello yogurt e mescolate. Aggiungete qualche cucchiaio di miele. Quando le pesche saranno pronte e raffreddate, unitele allo yogurt. Mette negli stampi e congelate.

4. Ghiaccioli fragole e pesche al latte di mandorle

alt=ghiaccioli

INGREDIENTI:

  • Fragole
  • pesche
  • latte di mandorle

Estrarre il succo delle fragole e delle pesche con l’estrattore. Unite il succo al latte di mandorle e riponete negli stampi. Se lo volete a strati, Ponete negli stampi i 2 succhi lasciando congelare almeno 4/5 tra uno e l’altro.

5. Ghiaccioli alla pesca e mango

INGREDIENTI:

  • Pesche
  • Mango

Estrarre il succo delle pesche e del mango con l’estrattore. Poi riponete negli stampi e congelate.

 

Se vi è piaciuto questo post

condividetelo sui vostri social preferiti, lasciate un LIKE

oppure

lasciate un commento,

taggando #rockmykitchenblog

alt=gelato more

Gelato alle more e latte di mandorle (senza gelatiera)

Se imparassimo a seguire la stagionalità del cibo scopriremmo che Luglio è il mese delle more. Io l’ho scoperto la scorsa settimana.

Com’è vero che spesso non riusciamo a vedere le cose al di là del nostro naso! Per esempio, la scorsa settimana sono andata a scoprire un’ azienda agricola che  si trova a 300 metri da casa. Chissà quante volte ho percorso quella strada. Quante volte ho visto filari di mirtilli e  lamponi. Quante volte mi sono ripromessa di entrarci. E niente, la solita questione del tempo. Vi ricordate il post sullo Slow beauty? Ecco bisognerebbe imparare a prendersi del tempo anche per ritagliarsi delle semplici e squisite esperienze.

Comunque l’ azienda che ho visitato si chiama I 3 Faggi ( vediamo se riesco a trovare un link …ah sì! eccolo Azienda agricola i tre faggi ) e produce zafferano purissimo in stimmi ( di questo se ne riparla ad Ottobre) e piccoli frutti. Lamponi, fragole, more , mirtilli ,ribes (nero, rosso e bianco) ed anche le ormai famosissime bacche di Goji!.

alt=ribes

Io ho fatto incetta di more perché come vi ho scritto, Luglio è il loro mese (Non vi dico quanto siano buone appena raccolta dal rovo!) . E perché già mi frullava in testa l’ idea del gelato alle more.

alt=more

gelato alle more con latte alle mandorle

  • 300 gr more 
  • 300 gr latte di mandorle (qui la mia versione homemade
  • 100gr zucchero semolato
  • succo di mezzo limone

Per realizzare questa ricetta non avete bisogno della gelatiera ma di un potente frullatore ( Bimby, Vitamix vanno benissimo).

Congelate le more ed il latte di mandorle in freezer.

alt=latte mandorle

Tritate lo zucchero a velo. Aggiungete le more e tritate insieme. Tirate fuori dal freezer qualche minuto prima il latte mandorle e aggiungetelo al composto. Tritare finché non avrete ottenuto un composto omogeneo ( circa 1 minuto).

alt= gelato more

Guarnite con meringhette e granella di pistacchio ( in questo modo i semini delle more non daranno fastidio a chi è ‘particolarmente sensibile’ ).

alt=gelato more

Servite subito.

STAY ROCK & FRESH

Crostata al grano saraceno, pesche e mandorle

In questo periodo le mie batterie sono scariche. Gli impegni si accumulano tutti nell’arco delle 24h, la testa ormai è in modalità VACANZA e caldo e zanzare arrivano a peggiorare la situazione. Non so voi ma il caldo mi distrugge! Mi manca il mio adorato Autunno, con la sua aria pungente ed il piumone sul letto. Mi dico “Resilienza! Passerà ”

Certo che se il caldo fosse accompagnato da una fresca brezza, un mare cristallino e un cocktail ghiacciato…bè , attendere l’arrivo dell’autunno sarebbe più tollerante.

Eccomi allora a sfornare torte. Sfornare mi rilassa e sudare per il forno acceso, di sicuro, vale più la pena che sudare nel non far nulla.

INGREDIENTI:

  • 100 gr burro a temperatura ambiente
  • farina di grano saraceno/ integrale ( circa 250 gr ma andate ad occhio finché il composto risulta omogeneo; il grano saraceno rende l’impasto più friabile rispetto alla farina integrale)
  • 2 uova
  • estratto di vaniglia
  • 70 gr zucchero
  • 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di latte
  • un pizzico di sale

RIPIENO

  • pesche 3/4
  • una manciata di mandorle ( vi ricordate quanto fanno bene alla nostra pelle?)
  • 4 cucchiai di sciroppo d’acero
  • Semi di cardamomo

Spegnete il bicarbonato di sodio con il latte poi aggiungetelo alle uova, al burro, alla vaniglia, allo zucchero ed al sale. Impastate ed aggiungete un po’ alla volta la farina finché l’impasto avrà una consistenza omogenea. Chiudete nella pellicola e fatelo riposare in frigorifero per mezz’ora.

Crostata al grano saraceno

Lavate e tagliate a spicchi le pesche e conditele con lo sciroppo d’acero, il cardamomo e le mandorle ( già così potrebbero essere una golosa macedonia estiva! )

Crostata al grano saraceno

Accendete il forno a 160 gradi.

Stendete l’ impasto in una tortiera ( se avete usato il grano saraceno l’ impasto risult più friabile), bucherellate il fondo con una forchetta e coprite con le pesche e le mandorle.

Con l’impasto avanzato create delle decorazioni.

Infornate per 40 minuti.

Servite con una pallina di gelato alla vaniglia e godetevi la frescura.

Crostata al grano saraceno

STAY ROCK & HOT 🔥🔥🔥