L’arte giapponese del Kintsugi

Ancora non so cosa farò da grande… Le uniche certezze che ho è che mi appresto a raggiungere le mie prime quattro decadi, che sono una mamma e che ho un lavoro che mi appaga.

Come i bambini però sono di continuo alla ricerca di qualcosa che mi stimoli e mi entusiasmi , insomma sono una tipa curiosa e con tanta voglia di imparare cose nuove.

Eccomi a raccontarvi di un’ esperienza accaduta qualche weekend fa presso il Factory Market ad Alzano Lombardo (Bg).

Premetto che solo l’ ambientazione merita una visita. Si tratta infatti di un posto incantevole quasi magico, un’ex cartiera in disuso dell’ 800 che ha ripreso vita ed anima con eventi e manifestazioni legate all’ handmade, al design , all’ artigianato ed al cibo ,dove non manca mai la musica,quella buona!

Durante un evento ho partecipato al workshop di Kintsugi ossia l’ antica arte giapponese del riparare con l’oro.

Grazie all’ aiuto di Francesca e Barbara CODEsign, un laboratorio di design e re- design autoprodotto, ho imparato il concetto dell’ uso – consumo consapevole e delle potenzialità della riparazione come atto creativo. Sì, perché se abbiamo sempre ben in testa l’ idea del consumo, molto spesso dimentichiamo l’idea del riuso e della riparazione. Riciclare,riparare e riutilizzare.

Kintsugi insegna anche l’ arte dell’ imperfezione. In un contesto sociale intriso di immagini di perfezione e gioventù, tutto ciò che è vecchio,rotto ed usato appare uno scarto. Eppure noi cresciamo ed invecchiamo, ed ogni ruga o malanno che segna il nostro corpo non è altro il frutto del tempo che scorre, la nostra storia. Non per questo siamo da buttare!

Anzi, il kintsugi valorizza ciò che il tempo ha segnato, portando a nuova vita un oggetto frantumato.

É stata un’esperienza appagante e divertente, son tornata a casa pensando a quale piatto o tazza poter rompere ma poi ho deciso di lasciar fare al tempo (con due figli ed un gatto prima o poi qualcosa si romperà).

Sto già facendo un pensierino sul prossimo corso e con ansia e curiosità aspetto il programma di Maggio…

Se vi ho incuriosito e passate nelle vicinanze una puntatina la farei, anche solo per visitare la fabbrica…

#SPREAD THE  LOVE 💛❤️💙

 

 

Rispondi