alt=Torino

TORINO: PICCOLA GUIDA ALLA CITTA’ MAGICA

 

Torino, la città della magia bianca e della magia nera. Se dovessi paragonarla ad un dolce sicuramente penserei ad un Cri Cri, il dolcino più romantico che ci sia. Una nocciola avvolta nel cioccolato fondente ricoperta di mompariglia bianca.

Già, perché Torino è una città tutta da scoprire. Avvolta da un velo di nebbia autunnale, si lascia scoprire pian piano, finchè sciogliendosi, si giunge al suo cuore. Croccante e gustoso.

Grazie ad Elisa di Serendipitsite ed Ezia, Social Media Marketing, events &PR di Duparc Contemporary Suite ho avuto l’ opportunità di vivere un weekend alla scoperta di una Torino per me inedita. Una Torino diversa dalla solita città nota per lo splendido Museo Egizio e l’ affascinante Mole Antonelliana ( o perlomeno Torino non è solo questo).

Una Torino vissuta da vera torinese DOC, alla ricerca di sapori, bellezze nascoste e storia di una città che dai Giochi Olimpici Invernali del 2006 è un treno in corsa. Una città in via di continui cambiamenti ma pur sempre a misura d’ uomo e famiglia.

alt=Torino

Ho scoperto una città ospitale, amata dai torinesi che sempre più se ne prendono cura. Basti passare dal Parco del Valentino, che in autunno si mostra nel suo più totale splendore (scoiattoli compresi che spavaldi si mostrano in cerca di cibo), per ”ammirare il foliage più bello del mondo “ come lo definisce Irene Perrino nella sua guida tutta al femminile di Torino ‘My secret Turin’ ed. L’Airone.

Il Parco del Valentino, che già il nome promette romanticismo allo stato puro, nasconde le opere di Rodolfo Marasciuolo, realizzate con materiale di riciclo.

alt=Torino

La panchina innamorata

 

Se passate dal Parco Valentino non potete non fare un salto al Borgo medievale, un luogo grazioso dove si può rivivere l’atmosfera di un vero borgo del XV secolo.

E perché non andare alla ricerca dei 813 toret, color verde bottiglia sparsi per Torino? Vi lancio una sfida: dietro ad un toret nascosto in un angolino vi è una piastrella con gli amorini di @Ej_mela, un’artista anonimo che ha riempito la città con queste romantiche piastrelle.

Se invece del romanticismo poco vi importa, ma siete attratti dalla storia e dalla magia, intesa come esoterismo, superconsigliato il tour  serale organizzato da Somewhere Tour & events : Torino magica.

Giuro che ad un tour così magico ed avvincente non avevo mai partecipato!

Ci siamo fatti accompagnare tra la leggera foschia e una fredda serata attraverso le vie della città alla ricerca di simboli massonici e storie diaboliche della Torino nera per poi arrivare alla scoperta di una Torino Bianca, in compagnia di Madama Cristina di Francia  in persona. Da provare!

 

Se il vostro animo è godurioso e volete scoprire il lato gustoso di Torino, ecco alcuni posticini davvero carini dove fermarsi per una pausa pranzo oppure per una cioccolata calda.

 

Poormanger

Un posticino davvero carino dove è obbligo assaggiare le patate ripiene ( una ne basta).Ideale per un pranzo al volo tra un negozio e l’ altro nel centro città.

Fonderie Ozanam

Se invece volete uscire dal centro (ma non troppo) e godere della tipica pizza al tegamino  e assaggiare la MoleCola, alternativa torinese alla solita cola, non perdetevi le Fonderie Ozanam. Il nome di per sé affascina ed intriga ma se passate da lì non dimenticate di fare un salto sul tetto per scoprire una bellissima sorpresa…

Flower Burger

Un’ idea per un pranzo vegano ma anche solo la curiosità di assaggiare un Cherry burger rosa ? Eccola qui…

cioccolateria

Non vorrete farvi mancare il dolce, vero?! E allora fatevi una passeggiata in centro e fermatevi a sorseggiare una cioccolata calda e qualche Gianduiotto e Cremino. Non vorrete andar via da Torino senza averne assaggiato uno???

alt=Torino

Ultimo punto ma non per questo meno importante. Lo shopping!

Il centro di Torino è senz’altro un centro commerciale a cielo aperto. Ma le chicche da non perdersi sono sicuramente due ( mi riprometto di tornare per scovarne altre).

Contate esattamente 65 passi ad est della mole e vi troverete esattamente da Melissa Erboristeria . Il posto è una favola a lieto fine e le foto si commentano da sole, vero?

Sempre non tanto lontano dalla Mole Antonelliana, tutti i sabati e la seconda domenica del mese potrete scovare il Gran Balon. Definirlo un mercatino mi pare riduttivo, il Gran Balon è vera e propria esposizione a cielo aperto. Commercianti si riversano per le strade della città per esporre oggetti vintage, di modernariato, mobili, stampe, abiti…e props per gli instagram lovers…che meraviglia!

 

 

Vi lascio con questa citazione tratta da ‘ My secret Turin’

 

‘Se Torino fosse una donna, ogni uomo se ne innamorerebbe e ogni ragazza vorrebbe esserle amica per capire come fa a essere così inconsapevolmente bella’ 

alt=Torino

STAY ROCK& VISIT TURIN

 

alt=shopping

Shopping: I fantastici 5 di Giugno

Eccomi qui a pubblicare i miei fantastici 5 di Giugno. Ossia idee, oggetti, e NOVITà che mi sono passate sotto il naso questo mese e che non ho potuto ignorare per il loro splendore. In un qualche modo SIAMO già arrivati alla fine di giugno. Non so voi, ma io ci sono arrivata decisamente accaldata. Ed il bello deve ancora ARRIVARE…Per ogni fashion victim che si rispetti, la fine di Giugno significa l’avvicinarsi dei saldi. Ecco le date regione per regione se ancora non siete aggiornate.

Ed ecco qui la mia selezione di Giugno.

  1. Deodorante Agronauti  Giugno= caldo=sudore=doccia= deodorante. Di questo brand vi avevo già parlato qui, perché i loro prodotti ( e la loro etica) sono davvero fantastici. Ma del deodorante al burro di karitè e bicarbonato ancora non vi ho detto nulla. Devo dire che tra i tanti deodoranti provati, questo batte tutti. Resiste davvero un’ intera giornata! Intendo dire che per un’ intera giornata non si avvertono odori provenienti dal sudore. E’ facile da utilizzare, si preleva dal vasetto in vetro ( a proposito avete mai visto un deodorante in vasetto di vetro?) e lo si spalma velocemente. E’ fantastico perché oltre a mantenere ciò che un deodorante dovrebbe mantenere ( ossia deodorare) , il burro di karitè lascia le ascelle morbidissime. In love with this.
  2. Sandali Marco Tozzi. Sono o non sono fantastici questi sandali anni ’60, un pò vintage, un pò parisienne? A me ricordano St. Tropez , il mare e Brigitte Bardot. Già in saldo su Zalando.

    alt=shopping giugno

    Zalando

  3. Costume intero. E’ da alcuni anni che sono fanatica sostenitrice del costume intero. Vuoi per le forme curvy, vuoi per il passaggio (non indenne) di due adorabili bambini. Trovo il costume intero tremendamente chic e alternativo. Se poi è nero…
    alt=shopping giugno

    Lulus.com

    alt=shopping giugno

    Polyvore.com

    alt=shopping giugno

    Zaful.com

  4. Tavola Villeroy&Boch Giugno= inaugurazione delle serate all’aperto. Le tavole si riempiono di colore ed atmosfere estive. Guardate questa mise en place quanto è semplice e fantastica!

    alt=shopping giugno

    Villeroy-Boch

  5. Abito Max&co Ormai gli abiti lunghi sono diventati il mio MUST. Sono leggeri, pratici e non richiedono tempo per gli abbinamenti. Lo indossi e sei subito pronta. Nel mio armadio inizia ad esserci una discreta varietà. Ma questo? Questo non potrà di certo mancare. Via allo shopping!
    alt=shopping giugno

    Max&co

    alt=shopping giugno

    Max&co

    STAY ROCK & SHOP ON LINE

I fantastici 5 di Maggio

Nulla di preoccupante. Chi non cambia è perduto. E’ solo un cambio nome ma di fatto i 5 vorrei si sono trasformati nei Fantastici 5. (Solo perché non vorrei mi sembrava un pò troppo pretenzioso).

Comunque i fantastici di Maggio riguardano l’ estate ritrovata . Estate che, forse, ha preso il via! Ecco a voi 5 fantastiche idee, scovate nel web, che non potranno mancare a casa mia quest’estate per affrontare i primi caldi.

“C’era una volta una donna che aveva una casa tutta di scarpe…”

Se vi riconoscete, anche voi come me, in questa frase allora non potete non passare a guardare questo sito e leggervi il continuo della storia.

Io, le mie le ho già scelte…

madamecosette

Madame Cosette

  • Eau de raisin 100%uva bio di  Caudalie

Di questo brand e di quanto sia eco – sostenibile ve ne ho già parlato qui.  Ma ancora non vi ho parlato di quanto abbia trovato fantastica questa’ acqua.

Punto uno. Rinfresca e idrata la pelle donando un senso di frescura immediato.

Punto due. E’ adatta alle pelli sensibili e ha un potere lenitivo.

Punto tre. Non contiene conservanti, parabeni e non fa test sugli animali. Sempre in borsa con me!

caudalie

Caudalie

  • l’ Estrattore

Se già non lo avete in casa, mi sa che è proprio il momento giusto per pensare ad acquistarlo. L’ estrattore è un elettrodomestico utilissimo per estratte succhi e latte dalla frutta e dalla verdura.

Consigliatissimo se i vostri figli non amano pelare, sbucciare e mangiare frutta e verdura ma anche se volete assaggiare combinazioni di estratti di frutta e verdura fresca.

Ormai lo potete trovare ovunque, sia online sia in qualsiasi negozio di elettrodomestici. Il mio consiglio è di non acquistare il meno caro pensando di risparmiare ed avere un buon prodotto. Se è il vostro primo estrattore rimanete sui 100€ di spesa. Se invece già fate parte del popolo dell’estratto investire in un Hurom credo sia il non plus ultra.

hurom

Hurom

Questo brand offre una selezione oggetti creati artigianalmente da tuto il mondo. Dalle vibranti gonne indiane, ai caftani marocchini, dalle borse colombiane tessute dalle popolazioni indigene a questi meravigliosi  orecchini thailandesi.

orecchini

Folkloore

 

  • Acque aromatizzate

Contro la calura e l’afa i medici consigliano di bere molta acqua. L’ acqua detox, o acqua aromatizzata, è una bevanda idratante e ricca di vitamine ma anche un’ ottima alternativa per bere non solo di più ma anche meglio.Inoltre aiuta a depurarsi dalle scorie e dalle tossine che il freddo ci ha lasciato.

Date un’occhiata qui per scoprire alcuni abbinamenti collaudati di frutta e verdura.

acquadetox

Ph. Pinterest

Un incontro naturale e spontaneo: beauty attack

Sono dell’idea che le migliori occasioni, incontri e eventi accadano in modo naturale e spontaneo. O perlomeno, affinché siano autentiche, debbano essere spontanee, non premeditate e non troppo pensate. A volte il troppo pensare logora le cose belle.

Oggi vi scrivo di un incontro spontaneo e naturale, che ha portato alla realizzazione di un beauty attack. Vi racconto dell’incontro tra Kartika Luyet e Mathilde Thomas. Kartika, co-fondatrice di Kure Bazaar, marchio internazionale di smalti glam ed ecologici. Mathilde, fondatrice di Caudalie. Entrambe unite ed impegnate quotidianamente nella realizzazione del loro sogno: permettere alle donne di essere belle nel modo più naturale possibile.

Vi scrivo di questo incontro perché credo fortemente nella collaborazione e cooperazione tra donne. Purtroppo difficile da incontrare, soprattutto nei posti lavorativi ma io sono positiva e ancora ci credo. Scrivo perché credo nella bellezza autentica che rispetta l’ambiente che ci circonda . Ogni donna che acquista un trattamento Caudalie contribuisce alla salvaguardia del pianeta e sostiene la lotta contro la deforestazione, la protezione delle specie animali in via d’estinzione e la promozione di un’economia sostenibile per aiutare le popolazioni locali (dal 2012 sono stati piantati 2.500.000 alberi in Perù, Brasile, Thailandia, Indonesia e Stati Uniti). Caudalie è membro dell’ associazione “1% for the Planet” e devolve l’ 1% del proprio fatturato mondiale ad associazioni per la tutela dell’ ambiente.

Quest’ incontro, naturale e spontaneo, ha portato alla realizzazione di 3 cofanetti in metallo in edizione limitata. Il tema è il rosa e l’uva. All’interno infatti potete trovare uno dei 3 prodotti principali della linea Vinosouce di Caudalie ( Sérum S.O.S Desalterant, Crème Sorbet Hydratante e Fluide Matifiant Hydratant) abbinato ad uno smalto ecologico Kure Bazaar in regalo.

Questo è il mio preferito. Preferito perché adoro questa tonalità di smalto ( nel tempo ho sviluppato una dipendenza per tutto ciò che è rosso). Preferito perché gli altri due cofanetti mi sono stati “sequestrati”. Uno da mia figlia, che ha optato per la Crema idratante effetto Mat per la sua pelle tendente al grasso e lo smalto dark pink. Il terzo, da mia madre, che ha scelto il Sorbetto Idratante e lenitivo abbinato allo smalto rosa delicato. E ditemi voi se questa non è cooperazione tra donne!

caudalie

Sérum S.O.S Desalterant

Perché scegliere la gamma Vinosource? Perché all’ interno troverete la formula naturale e ricca dell’ Acqua d’uva bio e di Polifenoli di vinaccioli d’ uva antiossidanti.

Tutto inizia con la raccolta dei grappoli d’uva dai vitigni Merlot e Muscat bio delle regioni del Gard e dell’ Hèrault, rinomati per la loro esposizione al sole e quindi per la ricchezza dei loro frutti 100% bio ( senza OGM, senza pesticidi). L’ uva raccolta nei primi giorni della vendemmia viene pressata e distillata con un processo a bassa pressione esclusiva Caudalie, in cui l’acqua viene separata dal succo d’uva. Tutto ciò per ottenere un’ acqua d’ uva 100% pura e attiva.

caudalie2

Crème Sorbet Hydratante

Sulla pelle si traduce in effetto superidratante ma allo stesso tempo lenitivo. Applicando una crema della gamma Vinosource si ha infatti una sensazione di leggera ma continua idratazione. Non si ha la sensazione di ‘mascherone’ bensì di un leggero senso di benessere.

caudalie

Fluide Matifiant Hydratant

Che sia per noi stesse, per un’ amica o per la nostra mamma, gli incontri naturali e spontanei danno sempre vita a forme meravigliose.

STAY ROCK & BEAUTY

in collaborazione con @Caudalie

 

Coachella Style: i 5 di Aprile

Manca poco alla chiusura di Coachella Music and Arts Festival 2017. Per chi non lo conoscesse o non ne abbia mai sentito parlare, Coachella è il festival musicale che si svolge annualmente alla fine di aprile in Indio, California.

L’evento è famoso per ospitare molte esibizioni di artisti ma anche scultorie.

Dal 1981 l’evento ha continuato a crescere in popolarità e, a oggi, ha assunto uno stile, un mood che fa parlare di sé ovunque. Coachella è uno degli eventi più social dell’ anno, tanto che i social network sono invasi da selfie immortalati ai piedi della ruota panoramica simbolo della famosa spianata. Già, perché Coachella è diventato una vera e propria passerella da cui nascono non solo musica ed arte ma anche idee, stili e tendenze.

Il mondo della moda, del design e del make up si ispirano ad essa, ed ecco nascere il Coachella Style. Uno stile dalla linee bohemian mixate al rock con punte talvolta  dall’eccessiva creatività . E se come disse Karl Lagerfeld, Moda e Musica sono la stessa cosa ecco i miei 5 vorrei di Aprile (Coachella version).

‘A moon shaped Pool’ dei Radiohead  

I Radiohead sono un gruppo musicale alternative rock inglese ed io li adoro!!! Potreste aver ascoltato ‘Creep’  nel film francese “Ils Se Marièrent et Eurent Beaucoup d’Enfantscon”. Guardatevi il video , ne vale la pena anche solo per Jhonny Deep. (N.d.R. evitatela se siete in crisi malinconica- depressiva. Ottima per rilassarvi). Famosissima anche Karma Police.

radiohead

A moon shaped pool

I Radiohead hanno aperto la prima serata di Coachella 2017 e ben presto saranno in Italia. Il 14 Giugno a Firenze ed il 16 a Milano (biglietti QUI). Chi viene???

Abito H&M

Il Coachella 2017 è stato l’evento delle sexy trasparenze. Trasparenze dalle mille tinte o ricoperte da fiori come questo abito in mesh con fiori ricamati in perfetto stile boho.

abitofiori

H&M

Design Coachella

La casa Coachella è come una tela bianca con mille pennellate colorate. Molto Bohemian. Via allora a cuscini colorati di vari tessuti. Lino, velluto e tinte hindi. Senza dimenticare però dettagli chic. ( Visita Dalani, qualche idea boho- chic la trovi di sicuro!)

Ma soprattutto ricordatevi il verde! Che sia una o più piante, meglio ancora dei cactus a ricordare il deserto della California.

Per rendere l’atmosfera di casa in stile Coachella guardate cosa ho scovate sul web. Le ghirlande COBO! Realizzate abilmente a  mano, con fili di cotone naturale. 100% design italiano. Le Cobo sono personalizzabili e possono creare ambientazioni suggestive e sorprendenti in angoli ,magari abbandonati, di casa.

COBO

Coboshop.com

Kimono Style

Per le freddolose. Ma anche per chi come me che in questa stagione non sa mai cosa mettersi. Ci si sveglia con un freddo siberiano e tanta voglia di piumino e calzino di lana e ci si ritrova alle 4 del pomeriggio con shorts, maglietta ed in mano un mojito.

Il Kimono risolve tutto, con stile! Purchè abbia fiori e colori.

Flower Crowns

Se avessi l’età la indosserei, davvero! Ma come cantava la Cinquetti, non ho l’età. La coroncina di fiori spopola sul web. Per una festa bucolica, sulla spiaggia o ad un party boho la coroncina (meglio se con fiori veri) è un accessorio ultra chic.

Flower crowns

Image via shopstyle.com

 

STAY ROCK & COACHELLA 💜💛🖤